venerdì 3 giugno 2016

Milano in un weekend: day 2





Buon fine settimana lettori! 
Vi ricordate cosa fare a Milano il primo giorno? Continuiamo il nostro tour alla scoperta delle bellezze di Milano da vedere il secondo giorno del nostro weekend! :)

1) Castello Sforzesco e Parco Sempione






Il Castello Sforzesco è considerato uno dei maggiori simboli di Milano ed è inoltre uno dei più grandi castelli d'Europa. Trovarselo davanti fa sempre un certo effetto e l'ho trovato davvero bello. Inoltre basta attraversarlo per essere catapultati all'inizio di Parco Sempione, che con i suoi 386 000  è il vero e proprio polmone verde della città. Questo è il luogo perfetto per rilassarsi e respirare un po' di tranquillità e aria fresca nella caotica e grigia Milano. 


2) Brera, la Pinacoteca e il "quadrilatero della moda"

Se siete amanti dell'arte, non potete perdervi la Pinacoteca di Brera! Il museo ospita opere di grandi artisti come Rembrandt, Rubens, Raffaello ed è sito, appunto, in zona "Brera", quartiere ricco di ristoranti e localini accoglienti, ottimi per un "rinfresco". Per un po' di shopping invece vi consiglio di recarvi al rinomato "quadrilatero della moda",ovvero via della Spiga, via Montenapoleone, Corso Venezia e via Manzoni. Io non sono il tipo che fa shopping in viaggio, ma, per gli amanti, è un posto che consiglio di non perdere. Le maggiori boutique si trovano racchiuse proprio tra queste vie, ma non solo! La città, infatti, è piena di negozi sparsi un po' ovunque e non potrebbe essere altrimenti, visto che Milano è la capitale della moda!

3) Il Cenacolo Vinciano

Restando sempre in ambito artistico, non potete perdervi la chiesa Santa Maria delle Grazie, bene tutelato dall'UNESCO e famosissima soprattutto perché all'interno vi si trova il dipinto dell'Ultima Cena di Leonardo da Vinci. Se volete vederlo, dovete prenotare la visita in anticipo, perché altrimenti rischiate di non poter entrare, proprio come è successo a noi.

4) Corso Como e Porta Garibaldi




Un concentrato di localini in, discoteche altrettanto in e tanta gente forse un po' troppo snob a parte qualche turista. Ecco come mi si è presentato il rinomato "Corso Como", non un ampio viale, come mi sarei aspettata, ma un piccolo e grazioso angolino della città che brulica vita notturna. Non avevo mai cercato immagini in rete, cerco di evitare prima di raggiungere una meta, per non rovinarmi la sorpresa. Mi aspettavo di più ma l'ho trovato comunque molto accogliente! Mi è piaciuta molto Porta Garibaldi che fa da sfondo a Corso Como  (e questa non è una novità, mi piacciono praticamente tutte le porte! :D). 

5) Piazza Gae Aulenti





Dopo aver visto Corso Como, tornai indietro senza salire gli scalini che portavano sulla piazza Gae Aulenti, ma il giorno dopo, prima di andare in aeroporto, ho voluto visitarla a tutti i costi e mai scelta fu più azzeccata (ovviamente sono gusti).
Secondo me questa piazza riassume la vera essenza di Milano: moderna, pulita, all'avanguardia. Io che non sono abituata ai grattacieli, mi sono sentita piccola piccola appena arrivata in questa piazza, da dove è possibile ammirare il palazzo dell'Unicredit, il palazzo della Regione Lombardia e, soprattutto,  il così detto "bosco verticale", una coppia di palazzi molto inusuali, poco grigi e molto verdi, nei quali vivono anche diversi vip. Sembravano proprio dei giardini eretti verso il cielo, come a simboleggiare una natura che cerca di farsi spazio anche verticalmente.

Termina qui l'itinerario del secondo giorno a Milano. Se ho omesso qualcosa, vi invito a scriverlo nei commenti così da darmi anche consigli in più per la prossima volta che andrò a farle visita :) 





8 commenti:

  1. non vedo l'ora di andare a sbirciare piazza gae aulenti, mi ispira molto questa svolta moderna della città!
    http://www.audreyinwonderland.it/

    RispondiElimina
  2. E pensare che c'è chi mi ha detto che a Milano c'è pochissimo da vedere. Mi sembrava una cosa assurda! E ora vedo che in effetti avevo ragione io :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Milano è stata davvero una bella scoperta per me.. anche a me avevano detto: "oltre al duomo non c'è niente" e inveceeee :)

      Elimina
  3. Debora ciao e grazie di essere passata dal mio blog.
    Mi piace questo tuo post su Milano, la mia città.
    Ti seguo volentieri.
    Un abbraccio

    RispondiElimina